Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di terze parti per usufruire dei servizi social. Cliccando su 'Accetta' presti il consenso all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.
     
         





PRK

VIDEO Link esterno

La PRK viene effettuata con il laser a eccimeri, che emette una luce ultravioletta ad alta intensità e permette un'ablazione precisa del tessuto corneale fino ad una predeterminata profondità, senza provocare nessuna distruzione del tessuto intorno.
La PRK può correggere la miopia e l'astigmatismo.

Nel caso dell'ipermetropia possono essere corrette solo le forme più lievi.
Nella miopia si procede all'ablazione della superficie centrale anteriore della cornea,in modo da renderla più piatta.

L' ipermetropia viene corretta ablando la periferia della cornea,in modo da rendere il centro più curvo.

E' la procedura di scelta per le persone che hanno una cornea di spessore ridotto, una secrezione lacrimale scarsa, distrofie corneali anteriori,cicatrici corneali superficiali, erosioni corneali ricorrenti.

Intervento
Si marca l' asse visivo e si rimuove lo strato superficiale, ovvero l' epitelio corneale.
Il paziente a questo punto deve fissare una mira luminosa.
Il tempo in cui si svolge l' operazione è di soli 30-60 secondi.
La cornea si riparerà successivamente nel giro di pochi giorni.
L' applicazione di una lente a contatto terapeutica accelera il processo di riparazione.
Come terapia post-operatoria si utilizzano colliri antibiotici ed antinfiammatori, sostituti lacrimali,colliri a base di cortisone a scalare
Scritto domenica 12 Marzo 2017, modificato sabato 25 Aprile 2020